Mettere in sicurezza i portoni condominiali

Per proteggere efficacemente le nostre abitazioni dall’invasione indesiderata dei fastidiosi topi d’appartamento, è essenziale rimanere al passo con l’evoluzione tecnologica.

Mentre molti sono consapevoli che le tradizionali serrature a doppia mappa non offrono più un livello sufficiente di protezione per le porte blindate, pochi sanno che anche i portoni condominiali possono ora essere resi molto più sicuri grazie alle nuove tecnologie.

Attualmente, la stragrande maggioranza dei portoni d’ingresso ai condomini può essere facilmente forzata con strumenti rudimentali come leve o cacciaviti, un fenomeno purtroppo diffuso nelle grandi città.

Un gesto rapido e determinato è tutto ciò che serve ai malintenzionati per entrare all’interno del condominio, magari scegliendo proprio la porta meno protetta. Questo problema è acuito durante la stagione fredda, quando molti portoni non chiudono correttamente a causa delle condizioni atmosferiche avverse.

Tra le innovazioni che rappresentano un significativo balzo in avanti nella sicurezza degli accessi condominiali, spiccano gli elettropistoni. Queste serrature, facilmente intercambiabili con quelle tradizionali, rilasciano un pistone in acciaio quando l’anta si chiude contro il telaio, rendendo ogni tentativo di forzatura praticamente impossibile. Inoltre, grazie alla loro conformazione senza sporgenze quando non attive, agevolano il funzionamento della molla chiudiporta, garantendo una chiusura sicura in tutte le stagioni.

Un vantaggio significativo degli elettropistoni è la loro capacità di richiudere automaticamente il catenaccio. Grazie alle caratteristiche elettroniche, queste serrature possono operare in modo intelligente, richiudendosi automaticamente se l’anta viene aperta senza essere spinta. In pochi secondi, la serratura ritorna in modalità di chiusura, rimettendo il catenaccio in posizione.

Un’altra innovativa soluzione che può essere integrata con gli elettropistoni è l’utilizzo del cilindro Geo. Questo sistema di controllo accessi varia dal semplice cilindro elettronico a batterie fino al più sofisticato impianto cablato con lettore a muro.

Entrambi utilizzano la tecnologia di lettura di prossimità, garantendo il riconoscimento della chiave presentata e la sua disattivazione in caso di smarrimento o furto, senza compromettere la sicurezza delle altre chiavi.

Questo sistema è particolarmente vantaggioso in situazioni come la perdita o il furto delle chiavi, evitando la necessità di sostituire l’intera serratura e tutte le chiavi ad essa associate.

Tutto ciò può essere implementato a costi più accessibili di quanto si possa pensare, eliminando la necessità di sostituire tutte le chiavi in caso di smarrimento o furto, e risultando particolarmente utile in situazioni come il cambio di custode, l’assunzione di una nuova impresa di pulizie o il cambio di inquilini all’interno degli appartamenti condominiali.

Per garantire un funzionamento continuo, il sistema è alimentato da una batteria tampone, evitando il rischio di restare bloccati fuori casa in caso di interruzione di corrente.

Non esitate a contattare Fabbro Roma per un preventivo gratuito e per scoprire come proteggere in modo efficace il vostro condominio dalle intrusioni indesiderate.